Un anno di Dimensione Informazione

Sono le idee e le visioni, anche i sogni e le speranze, che muovono il mondo.
In principio “la luce fu” (libro della Genesi) e noi di Dimensione Informazione, più prosaicamente e con l’autoironia che ci piace, abbiamo dato luce e forma a un progetto editoriale improntato alla libertà di espressione, al rispetto del prossimo, alla civiltà.
Nel numero zero di novembre 2018, in occasione della sua presentazione, avevo tracciato le linee guida, ispiratrici e fondanti la rivista.
Qualcuno ha definito quell’editoriale “un manifesto” rivolto a “teste pensanti”, uomini e donne che mantengono autonomia di pensiero, non si omologano, non si appiattiscono al conformismo e, attraverso le proprie competenze professionali, attuano principi etici e di valore, per una società più inclusiva e solidale.
Un impegno diretto di imprenditori, professionisti, manager, accademici, politici e rappresentanti delle istituzioni che, comunicando le proprie idee in articoli e interviste, hanno voluto “metterci la faccia” e da qui il simbolico accompagnamento di una loro foto al contributo rilasciato.
Dopo un anno di vita, è quindi tempo di bilanci.
Nel 2019, tra editoriali, articoli e interviste, sono stati pubblicati 74 contributi (7 editoriali, 48 articoli, 19 interviste), così ripartiti nelle diverse sezioni: 19 politica, 18 economia, 11 giustizia, 11 società, 8 attualità e 7 editoriali.
Nel corso dell’anno è stato affinato il progetto nell’ottica di offrire un servizio di approfondimento sempre migliore e attuale, recependo le indicazioni e i desiderata dei lettori.
È nato così “Hanno detto…”, per presentare una sintesi di ciascun articolo o intervista pubblicata, estrapolandone i due, tre passaggi valutati dalla redazione tra i più significativi.
È stata aperta la rubrica “2 minuti con…” per dare vita a brevi videointerviste, unitamente al canale youtube e alla pagina facebook.
Oggi la rivista viene inviata mensilmente per email ai quasi 10.000 lettori iscritti alla newsletter e da ottobre ha preso il via la partnership con la primaria agenzia di stampa Askanews, che dà spazio nella propria homepage al link permanente di Dimensione Informazione, consentendo altresì reciproche consultazioni di archivi di immagini, video e contenuti su personalità del mondo economico, politico e istituzionale.
È stato costituito il Comitato di redazione tecnico-scientifico, composto da autorevoli esponenti del mondo produttivo, quale organismo di impulso e proposta di nuove rubriche ed iniziative.
Ed è stato presentato il progetto Dimensione7 – A tu per tu con i leader della politica italiana”, quale serie di incontri per il 2020, dettagliatamente documentati all’attuazione.
Fin qui quanto realizzato nel 2019, ma c’è ancora tanto da dire e da fare ed è per questo che chiediamo il contributo di tutti a fornirci suggerimenti per nuove iniziative e rubriche, che rendano il nostro progetto sempre più coinvolgente ed attuale.
Manterremo sempre la nostra autonomia ed indipendenza con la linea editoriale volta al confronto civile di idee e progetti.
Saremo presenti nei diversi campi del sociale, dell’economia, della politica e delle istituzioni con il contributo di tanti autorevoli amici e nuovi collaboratori.
Ci batteremo fortemente per una società migliore, improntata all’etica e alla solidarietà.
Seguiteremo a credere che è possibile avere un paese più bello, perché la bellezza non è solo nella forma e nell’arte. C’è anche una bellezza interiore nei protagonisti del cambiamento che, decidendo di rendere pubbliche le proprie opinioni, possono impiantare semi e diffondere raccolti di buoni propositi, di giustizia, di equità e, in un sol termine, di valori sociali.
Ma per realizzare tutto questo abbiamo bisogno soprattutto di Voi, attenti lettori, “teste pensanti” e di sentire la condivisione del progetto editoriale, per adoperarci, insieme, con un forte senso di responsabilità e appartenenza, per un radicale cambiamento sociale.
Grazie di cuore per averci seguito nel 2019, confidando in una Vostra sempre maggiore attenzione per il futuro.