Roberto Serrentino confermato alla presidenza di LEX

Un riconoscimento che premia la professionalità e l’etica di chi ricopre ruoli accademici ed istituzionali con incarichi in società pubbliche, dimostrando indipendenza, competenza ed equilibrio nell’affrontare le tematiche giuridiche ed economiche di interesse collettivo, quando chiamato a misurarsi con le stesse.
Queste le motivazioni alla base della conferma di Roberto Serrentino – direttore di Dimensione Informazione, accademico impegnato anche nell’elaborazione di proposte legislative e analisi tecniche come consulente presso Ministeri e altre Istituzioni – alla Presidenza di LEX – Istituto per la ricerca giuridico-economica. Fondato nel 1997, l’Istituto ha come obiettivo la promozione e la diffusione della cultura della trasparenza e della legalità attraverso l’attività di ricerca e l’organizzazione di eventi, nel corso dei quali docenti universitari, politici, magistrati, manager vengono a misurarsi in maniera aperta, critica e propositiva sui temi attuali del diritto e dell’economia.
Tra le iniziative realizzate da LEX, i convegni su “Orientamenti e tecniche moderne nella lotta alla criminalità organizzata”, “Il modello di privatizzazioni in Italia”, “La regolamentazione normativa dell’attività di lobbying”, “Il Segreto di Stato e la riforma dei Servizi Segreti”, “La segretezza delle indagini del Pubblico Ministero ed il diritto di cronaca e di informazione della stampa”.
I dibattiti, alcuni dei quali organizzati in collaborazione con l’Università Luiss – Guido Carli e sotto l’Alto Patrocinio del Ministero della Giustizia, hanno visto nel tempo confrontarsi relatori come Luigi Abete, Presidente BNL – BNP Paribas; Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri; Paolo Fiore, Presidente del Tribunale di Gela; Giovanni Salvi, oggi Procuratore Generale della Corte di Cassazione. Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato relatore in un convegno di LEX, all’epoca come Vicepresidente del Consiglio dei Ministri.
A conferma della vocazione istitutiva di LEX, nel suo Comitato Scientifico oggi siedono Luigi Ciampoli, già Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Roma e Salvatore Vecchione, già Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Roma.